Come funziona un aereo e cosa fanno i Piloti

Leggendo questo articolo potrai conoscere tutte le procedure eseguite di un volo aereo:

  1. le procedure che i piloti devono seguire in ogni fase del volo;
  2. come funziona un aereo e tutte le sue parti mobili;
  3. potrai riconoscere le condizioni meteo attorno a te la prossima volta che volerai in aereo.

In questo articolo ti daremo informazioni chiare ed esaustive utilizzando un linguaggio semplice ed accessibile a tutti e non solo agli esperti del settore. 

  1. Le Fasi di Volo, in cui apprendere tutto quello che succede in cabina in ogni momento.
  2. Specifiche Tecniche, per conoscere meglio gli aerei su cui voli.

Le fasi di volo sono:

  1. Decollo
  2. Salita
  3. Crociera
  4. Avvicinamento
  5. Atterraggio

Prima del decollo iniziano le prime procedure di sicurezza: i controlli pre-volo. Andando avanti a leggere vedrai che farò molti confronti tra il mondo aeronautico e quello delle automobili, per semplificare le cose ed essere più chiaro. Anzi, lo faccio già ora. Per spiegarti perché si fanno i controlli pre-volo.

I piloti, spesso, nelle operazioni pre-volo, se notano qualcosa di insolito fanno un giro.

Lo si fa a terra prima di partire, quando è ancora possibile individuare il problema. Infatti, il pilota (anche se non c’è un problema), comunque fa il giro dell’aereo cercando gli indizi che mostrano un eventuale anomalia.

Le Procedure di Controllo Pre-volo

Sui voli di linea i controlli pre-volo vengono effettuati prima di ogni partenza: anche se il tempo a disposizione tra l’arrivo al parcheggio dell’aeroporto e la partenza per il volo successivo è di soli 30 minuti, il comandante o il co-pilota, escono dalla cabina e fanno il consueto giro attorno all’aereo.

Questi controlli sono una prassi necessaria per assicurarsi che all’esterno tutto sia in regola. Non è possibile fermarsi in volo e controllare un rumorino che non convince il comandante, bisogna farlo a terra.

Check-list pre-volo

La check-list non è altro che una lista di controllo.

Il co-pilota o comandante, inizia a leggere una sezione specifica della check-list, chiamata “Preflight”, ovvero Pre-volo, e man mano che legge, l’altro verifica che lo strumento annunciato sia nella modalità prevista dalla check-list in quella fase del volo.

La lista viene letta o dal comandante o dal co-pilota. Per decidere chi lo farà si definisce chi è il pilota che effettivamente farà il volo, ovvero si decide chi dei due metterà mano sui comandi e chi monitorerà la situazione.

I piloti si dividono i ruoli definendo il PF – Pilot

Flying, ovvero il pilota che piloterà l’aereo, ed il PNF – Pilot Not Flying o PM – Pilot Monitoring, ovvero il pilota che non metterà mano sui comandi, ma gestirà le comunicazioni radio e monitorerà tutti i sistemi di bordo. 

In questo modo il carico di lavoro è diviso tra i due piloti.

Ma torniamo alla check-list ed i controlli pre-volo

Per capirci la check-list è una lista di cose che vanno assolutamente svolte:

  1. Porte Chiuse;
  2. Cinture Allacciate;
  3. Luci Accese;
  4. Carburante X Litri.

Le check-list garantiscono che tutti i sistemi siano funzionanti secondo le norme e quindi si riduce di molto la possibilità di errore da parte del pilota.  Oltre alla preparazione della cabina, ci sono altri controlli da eseguire in funzione della check-list.

STAR – Standard Terminal Arrival Route

STAR sono le procedure per avvicinarsi all’aeroporto. 

Le STAR sono delle rotte prestabilite e pubbliche che i piloti seguono da un punto della loro rotta fino alla pista.

Immagina di dover atterrare all’aeroporto di Roma Fiumicino dopo essere partito da Milano Malpensa.  La rotta ti porta a sorvolare Firenze per poi proseguire dritto verso Roma ed infine a Fiumicino che si trova a Ovest di Roma.

L’imbuto inizia poco prima di Milano e secondo la STAR che stai seguendo dovrai trovarti sopra il punto Roma ad una quota di 6.000 piedi. La velocità è standard, sotto i 10.000 (velocità massima di 250 nodi) oppure è specificata nella STAR o richiesta dal controllore di volo in base a quanto traffico aereo c’è nella zona.

Bene, a questo punto sei sopra Roma e la STAR ti dice che per effettuare l’avvicinamento chiamato “Roma 1” devi sorvolare il punto Milano1, virare a sinistra per Roma fiumicino  ed infine allinearti con la pista ed atterrare.

Per ogni punto c’è una specifica quota da rispettare e delle direzioni. È importante rispettare quota e direzione perché anche tutti gli altri aerei che seguono questa STAR si troveranno a seguire le stesse regole. 

A questo punto, se il controllore di volo ha dato il permesso di seguire l’avvicinamento Roma 1, i piloti richiameranno dal computer di bordo i dati relativi a questo avvicinamento e si ritroveranno la rotta sullo schermo davanti a loro (ND – Navigation Display), lasciando che il pilota automatico la segua.

Cosa serve per volare e come vengono utilizzati gli strumenti per ogni momento di volo?

Il pilota automatico è un ausilio che sostituisce i due piloti per alcune operazioni di volo, riducendo il loro carico di lavoro.  I moderni sistemi per il pilota automatico hanno quasi delle capacità di pensiero e decisionali che si avvicinano a quelle umane.

Alcune compagnie aeree utilizzano motori ad elica, ma non sono a pistoni, sono a jet turboelica. Cioè, al loro interno hanno delle turbine che fanno girare l’elica. Questi aerei volano a quote più alte di quelli a pistoni, ma meno di quelli che utilizzano motori interamente a jet.

 Vedremo come funziona la tecnologia necessaria per permettere ai piloti di “comunicare” con l’aereo e gestire tutti i sistemi a bordo. Vedremo anche il pilota automatico, la sua funzione fondamentale nell’alleggerire il lavoro dei piloti. 

  1. Vedremo poi anche altri sistemi importanti per garantire la sicurezza del volo come il TCAS che mostra ai piloti la posizione di altri velivoli in cielo ed emana degli avvisi sonori indicando ai piloti cosa fare in caso di collisione.
  2. Vedremo come i piloti hanno tutto sotto controllo davanti ai loro occhi e sono in grado di conoscere le condizioni del velivolo in volo per anticipare un problema o reagire in caso di avaria.

Iniziamo con lo strumento più importante – “il cervello dell’aereo” – ovvero il computer di bordo.

Traffico aereo in aumento raddoppio nei prossimi 10 anni

Perché volare è ancora sicuro e come si stanno affrontando le sfide del futuro visto che ogni vent’anni il traffico aereo raddoppia. 

Come valutare la sicurezza di una compagnia aerea?

In fondo è un diritto dei passeggeri sapere se l’aereo su cui stanno volando è idoneo per volare.

Le compagnie aeree più sicure al mondo vengono definite tali in base al numero di incidenti aerei subìti in un periodo temporale preso in considerazione. La classifica più conosciuta per sapere quel è la compagnia aerea più sicura al mondo è quella di Airlinratings.com

L’aereo è il mezzo di trasporto più sicuro al mondo, alcune società autorevoli hanno svolto studi statistici sulle compagnie aeree più sicure del mondo

Certificazione IOSA: Si tratta di un sistema di valutazione applicato a livello internazionale che stima, per ogni compagnia aerea, i sistemi di gestione e di controllo.

  1. Rischio di incidenti nei 10 anni precedenti: La compagnia aerea non ha subito nessun incidente, dovuto a attentati terroristici, dirottamenti, suicidio del pilota? Guadagna una stella.
  2. Omologazione FAA. Anche lo spazio aereo americano può essere vietato a quelle compagnie che non superano l’omologazione da parte della Federal Aviation Authority (FAA). Per la classifica, questo parametro vale 1 stella.
  3. parametri ICAO, ovvero le norme per la sicurezza, l’efficienza e la regolarità aerea stilate dall’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile. Sono a loro volta suddivisi in otto parametri di controlloche comprendono la legislazione e l’organizzazione di una compagnia aerea, le licenze ecc. Per la classifica ha il valore di 1 stelle, ma devono essere soddisfatti almeno 5 parametri.
  4. Decollo negato. Se gli aerei della compagnia vengono lasciati a terra per 5 anni in tutto, a causa di problemi di sicurezza o per motivi burocratici, si perde 1 stella.

Le compagnie aeree più sicure al mondo:

La  Qantas  è la compagnia di bandiera australiana è un acronimo per Queensland and Northern Territory Aerial Serviceaerea più sicura al mondo per il 2019.

La compagnia australiana utilizza dei sistemi di monitoraggio aereo e prestazioni del velivolo, atterraggi automatici, sistemi di tracciamento intorno alle montagne oltre a comunicazioni via satellite.

SosViaggiatore.it Rated 5 / 5 based on 115 reviews. | Lascia una recensione