Perdita del bagaglio? Risarcimento del danno da lesione del benessere psicofisico.

Perdita del bagaglio? Risarcimento del danno da lesione del benessere psicofisico.

 

Tutti sanno che è possibile ottenere un risarcimento danni per la perdita del bagaglio

da parte della compagnia aerea che prende in custodia per il viaggio. Ma forse non

tutti sanno che possibile anche ottenere anche il risarcimento del danno da “lesione

del benessere psicofisico” dovuto allo stress sofferto per le ricerche relative alla

propria valigia. In tal modo si è espresso in una sentenza il Giudice di pace di

Catania, il 2 maggio 2007 che, pur risarcendo il danno patrimoniale per le spese

sostenute in ragione dello smarrimento del bagaglio, ha riconosciuto il danno da

“lesione del benessere psicofisico”. Lo smarrimento della valigia costituisce un

inadempimento degli obblighi della compagnia nei confronti del passeggero ai sensi

dell’articolo 1693 del codice navale. Sin dalla Convenzione di Varsavia del 1929,

così come modificata dal protocollo di Montreal numero 4 del 1975, era previsto,

all’articolo 22, paragrafo 2, un limite massimo di risarcimento pari a circa 20,00 €/Kg

in caso di mancata riconsegna del bagaglio regolarmente consegnato. La normativa

codicistica, precedente alla riforma dettata dal Decreto legislativo 9 maggio 2005,

numero 96, assoggettava tale ipotesi alla regolamentazione del trasporto di cose,

applicando così il limite di cui all’articolo 945 codice navale (17,04 €/Kg), salvo

fosse stata resa valida dichiarazione di valore del bagaglio al momento della

registrazione dello stesso; mentre, in caso di smarrimento di valigia non consegnata,

l’articolo 944 del codice navale stabiliva il limite complessivo di € 1.007,09. Se dalla

documentazione non fosse emersa una dichiarazione esatta del peso del bagaglio, il

conteggio sarebbe stato effettuato in base a quello massimo consentito pari a 20

chilogrammi per le tratte nazionali/internazionali e 30 chilogrammi per quelle

intercontinentali. Per quanto concerne il bagaglio a mano, invece, non potrà essere

reclamabile un valore superiore ad € 388,00. La speranza è di assistere, data

l’uniformità dell’attuale normativa, ad una sua pedissequa applicazione.

SosViaggiatore.it Rated 5 / 5 based on 115 reviews. | Lascia una recensione