Ritardo, smarrimento e danneggiamento bagaglio

Ritardo, smarrimento e danneggiamento bagaglio

Sarà capitato a chiunque di subire un imprevisto durante un viaggio: ritardo consegna bagagli, smarrimento dei bagagli oppure danneggiamento bagagli; sono questi i disservizi che soprattutto d’estate può subire un viaggiatore.

Ebbene cosa fare quando ci si imbatte in una di queste disavventure che finiscono per rovinare le tanto sospirate vacanze?

Così come previsto, la Carta del passeggero stabilisce l’entità di rimborsi, compensazioni e servizi di prima necessità in caso di viaggi cancellati o in grave ritardo. Diritti che valgono anche per i voli low cost.
La prima cosa da fare è dirigersi all’ufficio oggetti smarriti dell’aeroporto, portando con sé il biglietto aereo e il tagliandino adesivo consegnato al check-in. Va compilato l’apposito modulo PIR (Property irregularity report),e descrivere nel dettaglio le valigie smarrite: dimensione, colore, marca. Nelle successive 24 ore alcune compagnie ricompensano anche il disagio con una cifra da utilizzare per le spese urgenti (spazzolino, rasoio, pigiama o una maglietta) che vanno, però, dimostrate con scontrini e ricevute.

Superato questo termine, se il bagaglio risulta smarrito, si ha diritto a ottenere un risarcimento fino a 1.223 euro. Stesso importo valido anche nel caso in cui la valigia risulti rovinata o venga consegnata in ritardo. Se si viaggia con oggetti di un certo valore economico è possibile anche ottenere un rimborso superiore, purché si faccia apposita istanza alla compagnia aerea al momento del check-in.

Altro caso: il bagaglio è arrivato a destinazione danneggiato. Il passeggero deve presentare la segnalazione alla compagnia aerea entro sette giorni dalla ricezione della valigia. Ma se il vettore dichiara di non essere responsabile, avendo adottato tutte le misure possibili per evitare il danno, o se non era possibile evitare in nessun modo l’incidente o se il danno è dovuto a un difetto dello stesso bagaglio, non scatta nessun rimborso. Per le valigie arrivate in ritardo, invece, il termine per sporgere reclamo è più ampio: massimo 21 giorni. Mentre ci sono 2 anni di tempo dalla data di consegna per intraprendere altre azioni legali.

È necessario precisare che la compensazione pecuniaria non è dovuta nel caso in cui la compagnia aerea possa provare che la cancellazione del volo sia stata causata da circostanze eccezionali (avverse condizioni metereologiche, allarmi per sicurezza, scioperi), ma anche in questo caso è necessario fornire determinati obblighi di assistenza ai viaggiatori.

Qualora le compagnie aeree non dovessero tempestivamente ed idoneamente garantire l’assistenza dovuta, consigliamo a tutti i viaggiatori di conservare tutta la documentazione fiscale comprovante le spese a qualsiasi titolo sostenute durante tale situazione di emergenza.
Questa servirà per richiedere il rimborso/risarcimento delle spese sostenute.
Se anche tu hai subito il danneggiamento o la perdita del bagaglio o della mancata assistenza da parte della compagnia aerea, Sos Viaggiatore ti offre la possibilità di ottenere velocemente quanto ti spetta senza dover sostenere alcuna spesa.

SosViaggiatore.it Rated 5 / 5 based on 115 reviews. | Lascia una recensione